Le tradizioni di un tempo vengono ancora tramandate e seguite con attenzione dalle future spose e dalle famiglie. Nel nostro atelier roma ci raccontate spesso le vostre usanze e tra le pratiche di buon auspicio, più in voga, c’è sicuramente quella anglosassone che consiglia alla sposa di indossare: “una cosa vecchia, una cosa prestata, una cosa regalata, una cosa nuova e una cosa blu” (clicca qui per leggere l’articolo), ma questa, non è di certo l'unica tradizione che domina la scena.

Quali sono i riti più conosciuti e più amati? 
Continua a leggere:

La Dote della Sposa: nelle famiglie in cui ci sono figlie “da maritare”, specialmente nel sud, è tradizione lasciare alla futura sposa la cosiddetta dote, cioè un bene materiale che la famiglia di lei dona in segno di augurio allo sposo. La dote spesso è costituita da biancheria, suppellettili e corredo da utilizzare nell nuova casa. Le donne un tempo passavano il loro tempo libero a realizzare ricami e decorazioni personalizzate per il corredo. 

Il Lancio del riso: Arriva dall’oriente questa pratica e porterebbe prosperità e felicità alla coppia. Una leggenda cinese narra, infatti, di un genio buono, che, in un periodo di carestia strappò i suoi denti e li lanciò in una palude. L'acqua trasformò i suoi denti in semi, i quali divennero piante di riso che sfamarono l'intera popolazione. In alcune usanze è accompagnato o sostituito da monete, confetti e/o fiori.

Il clacson durante il "corteo nuziale": Il galateo vieta questa pratica, ma il clacson si continua a suonare, non solo in segno di festa, per richiamare le persone a rendere omaggio alla nuova coppia, ma anche perché si crede che con il rumore assordante si mettano in fuga gli spiriti cattivi.

Il Lancio del Bouquet: Perché finita la cerimonia la sposa lancia il bouquet alle donne nubili presenti? Il bouquet è un omaggio che l’uomo fa alla sua amata ancor prima di portarla all’altare, è, infatti lo sposo che lo regala alla futura moglie e lo fa recapitare a casa prima della cerimonia. Tradizione vuole che la fortunata che afferrerà il bouquet al volo sarà la prossima a convogliare a nozze. Il matrimonio è legato all’idea dell’amore che rende felici e fa stare bene, pertanto è un buon augurio affinché si trovi l’ anima gemella o si concretizzi l’amore con il “per sempre”.

Varcare la soglia della nuova casa in braccio allo sposo: Una delle immagini ricorrenti è quella che mostra la sposa in braccio allo sposo per fare l’ingresso per la prima volta nella nuova casa. E’ solo un gesto romantico? No, in realtà si tratterebbe di una tradizione che risale alla credenza romana secondo cui il matrimonio inizierebbe male nel caso in cui la sposa inciampasse al suo primo accesso in casa. Per scongiurare questa ipotesi il marito decide di portare in braccio la sua amata ed evitare qualsiasi tipo di problema.

La Giarrettiera: Avere con sé un pezzetto di abito della sposa porta fortuna, questo, secondo un’antica tradizione, ed è per questo motivo se entra nella sfera delle usanze quella che vede lo sposo sfilare la giarrettiera e lanciarla al gruppetto di uomini. C’è chi invece segue la tradizione del fare a pezzetti la giarrettiera e donarla a più invitati o chi sostituisce la giarrettiera con la cravatta dello sposo che viene tagliata e donata in cambio di una regalìa.

Il velo della sposa: La tradizione del velo risale al tempo in cui si celebravano i cosiddetti matrimoni combinati. Era utilizzato per coprire il volto fino alla fine della cerimonia, un po’ in segno di pudore, un po’ per scongiurare la possibilità di ripensamenti. La sposa si mostrava solo a fine cerimonia. Ad oggi invece è un dettaglio di stile e al sud la sua lunghezza indica gli anni di fidanzamento, ogni metro simboleggia un anno.

La Luna di Miele: L’inizio della nuova “dolce” vita di coppia viene definito così perché nell’antica Roma gli sposi erano obbligati a mangiare del miele per tutta la durata di una luna dopo la celebrazione del matrimonio.

La vostra famiglia segue dei riti particolari? Condivideteli con noi, scrivendo una mail a paoladonofrioatelier@gmail.com, sarà un piacere raccontarli in queste piccole rubriche dedicate alle tradizioni matrimoniali. La rubrica con le tradizioni, le usanze e le curiosità sul matrimonio  vi aspetta sul blog di Paola D'Onofrio - Prossima uscita il 18 Luglio